Parti correlate e soggetti collegati

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo di Carrù S.c.p.A. del 23/11/2015 ha approvato il Regolamento in materia di attività di rischio e conflitti di interesse nei confronti dei soggetti collegati in attuazione delle disposizioni di vigilanza di cui al Titolo V, Capitolo 5, della Circolare Banca d’Italia 27 dicembre 2006, n. 263, previo parere favorevole espresso dal Collegio Sindacale e dagli Amministratori Indipendenti.


Obiettivo delle disposizioni sopra citate, entrate in vigore il 1 gennaio 2013, è quello di presidiare il rischio che la vicinanza di taluni soggetti ai centri decisionali della Banca possa compromettere l’oggettività e l’imparzialità delle decisioni relative alla concessione di finanziamenti e ad altre transazioni nei confronti dei medesimi soggetti, con possibili distorsioni nel processo di allocazione delle risorse, esposizione della Banca a rischi non adeguatamente misurati o presidiati, nonché potenziali danni per depositanti e Soci.


Il Consiglio di Amministrazione della Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo di Carrù S.c.p.A. svolge attività di valutazione, con cadenza almeno triennale, circa l’adeguatezza del Regolamento in oggetto e, se del caso, delibera le revisioni dello stesso tenendo conto, tra l’altro, delle modifiche eventualmente intervenute nella normativa di riferimento, nonché dell’efficacia dimostrata nella prassi applicativa.